AMALFI-TURISMO.IT

 

INFO GENERALI

 

 

 

DOVE DORMIRE

 

 

VISITARE LA COSTIERA AMALFITANA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NOLEGGIO AUTO

 

 

 

 

 

 

 

Cetara sulla Costiera amalfitana

 

Cetara, ai piedi del monte Falerio, è un piccolo e pittoresco centro marinaro di circa 2.500 abitanti. Dalle origini etrusche, Cetara, paese di pescatori (la pesca di alici – effettuate da imbarcazioni chiamate “ciancioli” ed  accompagnate dalle lampare -e tonno è molto praticata) e di agrumeti (in particolare si coltiva lo Sfusato Amalfitano, una varietà di limoni particolarmente prelibata), incanta per il suo susseguirsi di scalinate e vicoli e per la sua architettura tipicamente mediterranea.

 

La particolare posizione del borgo e la sua innata bellezza, lo hanno trasformato più volte in suggestiva location di film (L'uomo, la bestia e la virtù e Le castagne sono buone) e produzioni televisive (Capri 2).


Tra i “tesori” di Cetara si segnalano:


La Torre Vicereale: eretta in epoca angioina (da Don Pedro Afàn de Ribera) è stata rimaneggiata durante il dominio aragonese. Doveva servire a difendere il paese dai turchi ed a salvaguardare i traffici marittimi e commerciali (i pirati erano sembrano in agguato); per questi motivi la Torre era dotata di di tre cannoni di bronzo.


La Chiesa di S. Pietro Apostolo:in origine dedicata a S.Giacomo, è stata edificata alla fine del IX secolo d.C., quando i normanni salernitani scacciarono i saraceni, come  emblema della superiorità cristiana. La chiesa, dall’interno barocco e dalla cupola maiolicata, si presenta a navata unica ed è affiancata da un bel campanile, a base romanica e dalla forma ottagonale.

 

Nel corso dei secoli, la chiesa è stata più volte rimaneggiata; attualmente custodisce un antico organo e una lapide bilingue (in latino e arabo) che commemora Grandenetto d’Aulisio, il cetarese protagonista “la Congiura dei Baroni” del 1484.

 

Chiesa e Convento di S. Francesco: interessante complesso monumentale edificato alla fine del XIV secolo e composto dalla chiesa di S. Francesco, dal chiostro (ora coperto), dalla sede della Confraternita e dalle celle sovrastanti (oggi sede comunale).


La chiesa, a navata unica, custodisce diversi affreschi di notevole bellezza; tra questi spicca, nell’abside, la “Deposizione” del pittore cetarese Marco Benincasa

Chiesa della Madonna di Costantinopoli: si trova nella parte settentrionale di Cetara e fu edificata dal 1868 al 1870. Gravemente danneggiata dalla terribile alluvione del 1910, fu parzialmente ricostruita nel 1921.

 

Le spiagge, ed il mare, di Cetara sembrano uscite da una cartolina:


Marina di Cetara: molto soleggiata e dalle acque pulitissime;


Porto di Cetara: tranquilla, con ciottoli misti a sabbia;


Collata: spiaggetta di ciottoli, riparata da una baia;


Spiaggetta degli Innamorati: piccolissima, ma romanticissima;


Ciglio: tranquillissima, raggiungibile solo via mare;


Sovarano: molto tranquilla, riparata ma piuttosto soleggiata


Cauco: piccolo e suggestivo promontorio di roccia

 

Marina di Erchie: tra Cetara ed Amalfi, è frequentatissima e ben organizzata;

 

 

 

  • Numeri utili
  • Corso Garibaldi, 15 -   84010 Cetara (Sa)
    Tel. 089.261593
  • Guardia Medica

Tel. 081 9368176 (per tutte le emergenze)

  •  

 

guide di Viaggio

Le tue Guide di Viaggio

 

Amalfi-Turismo.it è una realizzazione
Net Reserve srl
Via A. Lamarmora, 22
50121 Firenze
Tel: 055.573331
P.Iva/C.F 02291930481

 

 




AMALFIRepubblica Marinara

CUCINACosa assaggiare

HOTELDove dormire

POSITANO La Perla