AMALFI-TURISMO.IT

 

INFO GENERALI

 

 

 

DOVE DORMIRE

 

 

VISITARE LA COSTIERA AMALFITANA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NOLEGGIO AUTO

 

 

 

 

 

 

 

Maiori sulla Costiera amalfitana

 

Ferdinand Gregorovius, storico tedesco, noto per i suoi studi sulla Roma medievale, parlando di Maiori (circa 6.000 abitanti), disse:

 

«Non ho veduto luoghi più graziosi. Il primo che si incontra è Maiori... Le strade ed i sentieri solitari e tranquilli si addentrano nei monti dai quali scaturiscono acque limpide e fresche. Tanta solitudine romantica ricrea l'animo e fa nascere il desiderio di vivere colà tranquilli, o almeno di trascorrervi un'estate».


Maiori situata tra tra Amalfi e Salerno, all'imbocco della valle di Tramonti è un centro delizioso. Le sue origini sono incerte, ma con ogni probabilità le sue fondazioni risalgono all’epoca etrusca. Colonizzata dai romani, intorno all’850 divenne parte, come molti paesi costieri, della Repubblica marinara di Amalfi.

 

Importante centro turistico dalla seconda metà del Novecento,  Maiori, negli anni ’40 è stata set cinematografico di diverse pellicole di Roberto Rossellini: Paisà, L'amore, La macchina ammazzacattivi e Viaggio in Italia.

 

Tantissimi i monumenti e le architetture di pregio della cittadina:


Collegiata di Santa Maria a Mare: in origine dedicata a S. Michele Arcangelo, deve il suo attuale nome dalla Statua che nel 1204 venne trovata sulla spiaggia di Maiori. La chiesa, antichissima, fu eretta a Collegiata insigne, da una bolla papale del 1505. Elementi pregevoli della chiesa sono la cupola maiolicata ed il soffitto dorato a cassettoni che ricopre la volta della navata centrale, eseguito nel 1529 del pittore napoletano Alessandro de Fulco.

 

La Collegiata ospita, nella sua cripta,il Museo d’arte sacra "Don Clemente Confalone”; suddiviso in diverse sezioni tematiche, ospita preziosi paramenti sacri e oggetti liturgici, statue devozionali  ed settecentesche di grande valore (tra cui spicca un  polittico di alabastro, di fattura inglese del XV secolo).


Santuario dell’Avvocata
: si trova tra Maiori e Cava dei Tirreni, sull’omonimo monte che si raggiunge salendo un’irta scalinata. L’edificio, a picco su una parete rocciosa, risale alla fine del XV secolo;  fu costruito quando un pastorello, in seguito alla visione della Vergine Maria all’interno della grotta, decise di realizzarvi un altare a Lei dedicato.


Chiesa di San Francesco: bella chiesa dall’aspetto rinascimentale costruita nel 1405 tra il convento e la Grotta dell'Annunziata; fu più volte distrutta e ricostruita ed oggi presenta uno stile rococò, con vari innesti. Si presenta a 3 navate, divise da 16 pilastri e diverse cappelline. Pregevoli, dal punto di vista artistico, l’Altare Maggiore, ed il Coro in legno di noce.


Convento e Chiesa del SS. Rosario: chiamato anche  S. Domenico. Questo interessante convento (dotato di una biblioteca fornitissima), dalla seconda metà del XVII sec., ospitò cattedre di Filosofia, Teologia, Matematica e Filologia. Nel corso della sua storia, fu più volte abbandonato e adibito a carcere, pretura, e ospedale da campo (in seguito allo Sbarco Alleato del'43). Nella sala adibita a pretura si conservano delle pitture murali del "Costaiolo" Gaetano Capone, datate 1895. Annessa al convento vi è una  bella chiesa barocca dedicata al SS. Rosario, ricca di quadri ed arredi sacri.

 

Tra le bellezze naturali, vanno ricordate le suggestive Grotta Sulfurea (famosa per le sue proprietà curative in quanto dall’antro vi è un costante getto d'acqua sulfurea-magnesica )e Pandora e la meravigliosa spiaggia di Cala Bellavaia raggiungibile solo dal mare.

 

  • Numeri Utili
  • Tourist Office (A.A.S.T.):

Corso Reginna 73 - tel. 089877452

  • Guardia Medica:
via Pedementina - 089 851 419
  •  

 

guide di Viaggio

Le tue Guide di Viaggio

 

Amalfi-Turismo.it è una realizzazione
Net Reserve srl
Via A. Lamarmora, 22
50121 Firenze
Tel: 055.573331
P.Iva/C.F 02291930481

 

 




AMALFIRepubblica Marinara

CUCINACosa assaggiare

HOTELDove dormire

POSITANO La Perla